Condividi su: fb in

I miei Tweet su economia e finanza.

Alcuni tweet che non vorrei dimentica e poi quelli più recenti.

Renzi alza le tasse sulle rendite finanziarie ignorando le proteste dell’ABI e dei cittadini.

Matteo Renzi non ha risposto, ma temo che se avesse risposto avrebbe continuato a negare o a nascondere il nuovo immorale privilegio che hanno creato. I super ricchi, che hanno, o otterranno, il 2% del potere di voto nelle società quotate a piazza affari, pagheranno un’aliquota sui dividendi e capital gain inferiore di circa il 5% rispetto ai piccoli risparmiatori! Una tassa regressiva.

Nemmeno l’Associazione Bancaria Italiana (ABI) era d’accordo:

Invece di ascoltare i cittadini o l’ABI, Renzi ha preferito accontentare il suo famoso finanziatore Davide Serra.

Cosa farà adesso Davide Serra?

Gran Bretagna: tassa sulle imprese scenderà al 17%, capital gain al 20% e al 10% per i redditi più bassi. Purtroppo, Matteo Renzi nemmeno dopo oltre un anno, e con l’esempio contrario del governo Britannico, capisce l’errore commesso. Preferisce aiutare i ricchi e non recepisce le politiche intelligenti e giuste del Governo Britannico e Irlandese. Però, ha recepito i suggerimenti interessati di un suo famoso finanziatore. Alla fine, dopo questo e molti altri errori, gli italiani non sopportavano più il governo Renzi.

Chissà cosa dirà Davide Serra delle politiche fiscali britanniche e irlandesi? Serra, che risiedeva in Inghilterra e aveva fatto richiesta per la cittadinanza Inglese, farà pressione, come ha fatto in Italia, sul Governo Inglese per farsi alzare le tasse sulle rendite finanziarie o almeno per impedire di abbassarle? Ho provato a chiederglielo:

Un bel furbetto, che ha fatto fa finta di niente, ma che ha spinto il governo Renzi ad alzare le tasse sulle rendite finanziarie in Italia. E noi paghiamo.

Il flusso dei miei tweet più recenti, principalmente su economia e finanza.


© Riproduzione riservata.
Gli argomenti dei blog e i tasti di condivisione li trovi a inizio pagina.

Grazie
Enrico Filippucci
Enrico Filippucci. in

Lascia un commento