Condividi su: fb in

Utilizzo non professionale di Linkedin: Qual è? Come è visto?

In questo post e nel sondaggio analizziamo i contatti tra gli utenti Linkedin non per motivi professionali, in pratica quelli per scopi di amicizia o relazione.

Indice:

  1. Commento al nostro sondaggio sull’utilizzo di Linkedin per fini non lavorativi.
  2. Altri profili consultati: quasi un gioco su Linkedin con risultati, a volte, imbarazzanti.
  3. L’infografica del sondaggio sull’uso non professionale di Linkedin:

1. Commento al nostro sondaggio sull’utilizzo di Linkedin per fini non lavorativi.

Il nostro sondaggio, ha rilevato che circa un terzo degli utenti Linkedin non sopporta nessun comportamento che non sia strettamente professionale su LinkedIn. Inoltre, quasi il 70% dichiara di non usare mai Linkedin per scopi non professionali, quindi anche per svago, hobby o altro. Tuttavia, alcuni comportamenti, apparentemente non professionali su Linkedin, possono tornare utili professionalmente. Questo può accadere perché esistono delle capacità personali che emergono giocando o seguendo un hobby.

In questo sondaggio, abbiamo invece analizzato i comportamenti amicali e a scopo di relazione sentimentale o sessuale su Linkedin. Quello che è emerso è abbastanza sorprendente:

  • Secondo il nostro sondaggio anonimo che trovate di seguito, oltre il 30% degli utenti Linkedin contatta altri iscritti anche per motivi non professionali, che possono essere ricerca di nuove amicizie, ritrovare vecchie amicizie, cercare una relazione o altro. Una percentuale simile a chi è assolutamente contrario a ogni uso non professionale di Linkedin.
  • Tra le donne l’utilizzo non professionale più diffuso è tenersi in contatto con vecchi amici, sono il 36%. Gli uomini che cercano vecchi amici sono circa il 30%.
  • Anche tenersi aggiornati su interessi non professionali è molto diffuso 35%. Quindi, oltre un terzo degli iscritti a Linkedin lo usa anche per quiz, vignette e altri interessi non professionali.
  • Oltre il 60% delle donne dichiara che non usa Linkedin per fini diversi dal lavoro.

Amicizie e relazioni tramite Linkedin.

Un dato curioso è che le donne che fanno nuove amicizie su Linkedin con la speranza di andare oltre l’amicizia sono il 5,5%. Mentre solo il 3,4% delle donne fa conoscenze per pura amicizia. Sono percentuali basse ma numericamente rilevanti, Linkedin in Italia ha milioni di utenti.

Invece gli uomini che provano a contattare le donne su Linkedin per andare oltre l’amicizia sono solo l’1,3%, mentre quelli che cercano di fare conoscenze per pura amicizia sono il 6,4%.

Sembra che gli uomini su Linkedin, se cercano nuove amicizie, lo fanno soprattutto per pura amicizia, invece sembra che le donne, se cercano nuove amicizie su Linkedin, lo fanno maggiormente per iniziare una relazione.

Gli uomini che hanno avuto una relazione tramite Linkedin sono il 4,4%. Una percentuale vicina a quella delle donne che cercano delle relazioni su Linkedin, ma è una percentuale molto superiore di quella degli uomini che cercano una relazione su Linkedin. Infatti, gli uomini che cercano una relazione su Linkedin sono solo l’1,3% nel nostro sondaggio.

Quindi, dal sondaggio sembra che le donne siano le cacciatrici su Linkedin, anche se in percentuali modeste.

Le foto dei profili su Linkedin hanno subito un’evoluzione, ora le foto hanno una qualità migliore e si può competere anche sul piano dell’immagine. Su Linkedin, i profili più visti sono quelli di HR e simili e specialmente quelli di belle ragazze e di bei ragazzi.

2. Altri profili consultati: quasi un gioco su Linkedin con risultati, a volte, imbarazzanti.

C’è una particolare funzionalità di Linkedin che ne favorisce il suo utilizzo non professionale. La classifica “Altri profili consultati”, presente in quasi tutti i profili, è diventata un gioco in alcuni casi imbarazzante.

Nei profili Linkedin c’è di default una lista di foto dei profili più consultati da altri utenti. In pratica, il riquadro Altri profili consultati, se non viene disattivato, fa vedere quali profili ha consultato più di frequente chi ha visitato il tuo profilo.

Se si visitano dei profili femminili che hanno il riquadro Altri profili consultati attivo, si può notare un curioso effetto collaterale. Più è avvenente la foto del profilo femminile visitato, più le foto di profili femminili, nel riquadro Altri profili consultati, diventano provocanti. La spiegazione è semplice, molti utenti, vedendo il riquadro altri profili consultati, vengono invogliati a visitare i profili femminili più attraenti.

Così Linkedin spiega la logica di funzionamento del modulo Altri profili consultati:

Questa funzione viene aggiornata più volte al mese e mostra un massimo di 10 profili che i visitatori del tuo profilo hanno visualizzato. Il primo membro ha avuto più visualizzazioni dagli utenti che hanno anche visitato il tuo profilo.

Credo ci sia rimasto poco di professionale in queste classifiche di bellezza involontarie, create con Altri profili consultati

Linkedin ha tutto l’interesse di creare queste vetrinette di profili, gli servono per aumentare il traffico sul sito. Infatti, Linkedin ha il problema di continuare ad aumentare, non solo gli utenti totali ma soprattutto gli utenti attivi mensili. Lo deve fare per vendere meglio la sua pubblicità e stare al passo con gli altri social network. Non sempre questo è anche nel nostro interesse.

Disattivare la funzione altri profili consultati.

Il riquadro altri profili consultati nel nostro profilo lo vedono solo gli altri, per questo molti su Linkedin non sanno di averlo. Quindi, non sanno di avere una lista di foto di profili di altri utenti, quasi sempre sconosciuti, nel loro profilo. Come abbiamo visto, certe volte queste liste di foto di profili Linkedin possono produrre risultati imbarazzanti. Fortunatamente, si può eliminare la lista di altri profili consultati dal nostro profilo Linkedin.

  • Altri profili consultati si può disattivare dal nostro profilo, tramite le impostazioni della privacy andando in “Gli utenti che hanno visualizzato questo profilo hanno anche visualizzato…”.
  • Non è chiaro se dopo aver eliminato altri profili consultati dal proprio profilo, questo faccia eliminare il profilo, nelle liste “Altri profili consultati” di altri utenti Linkedin. Disattivare la funzione altri profili consultati potrebbe ridurre il traffico sul vostro profilo. Potrebbe però ridurre anche il numero di visite indesiderate.

Questa, è una delle cose che puoi fare per personalizzare nel migliore dei modi il tuo profilo Linkedin.

3. L’infografica del sondaggio sull’uso non professionale di Linkedin:

Per vedere meglio il sondaggio clicca sull’immagine.

Infografica sondaggio "Utilizzo non professionale di Linkedin"

Questo sondaggio anonimo è stato proposto su Linkedin con Poll Daddy il 27-06-2012.


© Riproduzione riservata.
Gli argomenti dei blog e i tasti di condivisione li trovi a inizio pagina.

Grazie
Enrico Filippucci
Enrico Filippucci. in

2 commenti su “Utilizzo non professionale di Linkedin: Qual è? Come è visto?”

  1. Non ho ben chiaro, altri profili consultati riporterebbe un elenco di persone che si sono interessate al mio profilo?

    Rispondi
    • Ciao Antonia, no, Linkedin dice: gli utenti che hanno questo profilo hanno anche visualizzato… in pratica “altri profili consultati” è l’elenco dei profili più visitati da chi ha visitato il tuo profilo.

      Rispondi

Lascia un commento