Condividi su: fb in

La nuova home page di Linkedin: cosa cambia veramente.

1 – La nuova home page di Linkedin: gli aggiornamenti.

La prima e più evidente novità nella nuova home page di Linkedin è l’eliminazione di alcune funzionalità utili. Nelle vecchie versioni della home page si potevano fare molte scelte di personalizzazione

a) Vediamo come era qualche anno fa: nella foto qui sotto, vedete alcune personalizzazioni che erano disponibili nella home page.Menu vecchio - aggiornamenti nella home page di LinkedIn

b) Come è adesso la home page versione 2017: il pannello di selezione degli aggiornamenti è ora composto da due sole righe di testo, che si trovano in alto a destra sopra il primo aggiornamento nella home page.

  • Ordina per: in alto.
  • Ordina per: recenti.

Le due opzioni sono finalmente ben visibili, nella versione intermedia del 2015 c’erano solo tre puntini. Addirittura nella primissima versione del 2017 non si poteva più ordinare per recenti. Gli aggiornamenti ora si possono ordinare, ma solo per recenti o per “in alto”.

In alto, è l’ordinamento che fa Linkedin secondo le sue logiche segrete. Ovvero, sono in alto gli aggiornamenti più rilevanti secondo Linkedin. Di default la home page è sempre impostata su Ordina per: in alto.

Gli aggiornatemi dai gruppi sono scomparsi da molto tempo dalla home page, prima si poteva scegliere se riceverli o meno. Infatti, nella vecchia versione della home page, c’era una ulteriore scelta “Personalizza”. Con Personalizza si potevano fare ulteriori scelte per gli aggiornamenti da ricevere.

Alcune di queste cose si possono ancora fare, ma in modo diverso, per sapere come andate qui: come ottenere il massimo dagli aggiornamenti della home page di Linkedin.

Riassumo la mia prima impressione:

  • Non si capisce cosa significhi esattamente “Ordina per: in alto”. Quale è la logica con cui Linkedin mette in evidenza gli aggiornamenti nelle nostre home page?
  • Personalmente, in mancanza di liste come su Twitter, preferisco gli aggiornamenti recenti, per cui sono contento di averli ritrovati. Però non c’è modo di memorizzare la scelta, la home ritorna sempre su “in alto”. Così leggiamo gli aggiornamenti che Linkedin preferisce farci leggere.

Queste cose mi avevano inizialmente fatto rimpiangere la vecchia home page, fortunatamente ci sono novità che compensano i peggioramenti che ho menzionato.

2 – Lo “Spam” di Pulse in home page sembra scomparso.

La vecchia home page di Linkedin era soggetta agli aggiornamenti indesiderati di Pulse. Per di più, tutti gli aggiornamenti indesiderati di Pulse erano di content marketing estero in lingua inglese.

  • Ora sono solo due opzioni, nascoste e una è anche poco chiara, ma almeno adesso, con un po’ di sforzo, ogni utente di Linkedin può veramente decidere cosa avere nella sua home page.
  • Pulse, la piattaforma di personal publishing di Linkedin, ha preso un approccio più professionale. Prima si vedevano cose strane, non si capiva perché alcuni aggiornamenti di Pulse erano messi nelle nostre home page. Ora sembra tutto più pulito, gli aggiornamenti di Pulse sono stati relegati nella home page Aziende. Se un’azienda non ha un “pubblico” che la segue, adesso ha solo due alternative: creare un proprio “pubblico” con le proprie forze o pagare dei servizi in modo trasparente.

3 – La gestioni dei contatti su Linkedin, più precisamente dei collegamenti di 1° grado, è peggiorata.

Hanno tolto la possibilità di raggruppare i contatti su Linkedin con dei tag e l’hanno messa a pagamento. Con la nuova versione della home page, chi aveva classificato i collegamenti di 1° grado con etichette ha perso tutto.

Ad esempio, io avevo usato questi tag per i mie collegamenti di 1° grado: amici, lavoro, colleghi, importanti, incontrati. Sono riuscito ad esportare tutti i mie contatti che avevo su Linkedin, compresi i tag, su Excel. Devo ringraziare una dipendente della sede centrale di Linkedin in USA che mi ha aiutato. Adesso però, aggiungere e classificare i nuovi collegamenti, è molto complicato. Devo mantenere un foglio Excel esterno.

Inoltre, Sales Navigator, la versione a pagamento che permette di classificare i contatti, costa molto e è complicatissima.

Questa è davvero una pessima notizia.

4 – Conclusioni:

Il mio giudizio sulla nuova home page è, per ora, complessivamente negativo.  Linkedin rimane sempre più indietro rispetto a Facebook e a Google+.

Ad esempio:

  • La gestione degli aggiornamenti in home page non é migliorata abbastanza. Questo ha favorito chi fa clickbait, o peggio, su Linkedin.
  • Linkedin è peggiorato nella quantità e nella qualità delle funzionalità dei gruppi.
  • Come abbiamo visto è peggiorato anche nella gestione dei contatti.

Di positivo si può dire che le informazioni adesso sembrano più pulite e ordinate. Ci sono molte più possibilità di inserimento di contenuti multimediali e immagini.

Questi cambiamenti sono i più evidenti a tutti gli utenti. Forse i cambiamenti più interessanti sono quelli meno evidenti a. Linkedin sta creando nuovi servizi per le aziende che probabilmente permetteranno ad aziende e professionisti italiani di competere meglio in campo internazionale. Ad esempio, l’integrazione di Linkedin con i CRM.

Vedremo se i miglioramenti riusciranno a compensare i peggioramenti e i ritardi.


© Riproduzione riservata.
Gli argomenti dei blog e i tasti di condivisione li trovi a inizio pagina.

Grazie
Enrico Filippucci
Enrico Filippucci. Twitter logo in

5 commenti su “La nuova home page di Linkedin: cosa cambia veramente.”

  1. Grazie , ma dove si trovano gli appunti?? quando si copiano dei link dove si ritrovano e come si può ritrovare un aggiornamento nella home??

    • Ciao Rossella, non c’è una funzione di ricerca degli aggiornamenti nella home che funzioni in modo decente. Puoi ritrovare i tuoi aggiornamenti, e gli aggiornamenti che hai salvato, andando sul tuo profilo LinkedIn.

  2. Buongiorno, oggi nella versione desktop di Linkedin mi sono ritrovato senza Aggiornamenti recenti come nella versione mobile: esiste un modo per ripristinare questa funzionalità? Occorre configurare i Feed?
    Grazie per l’aiuto.

    • Stanno rilasciando una nuova versione per il 2017. Io non l’ho ancora ricevuta, in quella che ho io si può scegliere tra Recenti e Principali aggiornamenti. Purtroppo la versione 2017 ha molte cose in meno, la cosa peggiore è la mancanza di tag per classificare i contatti. Credo che abbiano tolto anche gli aggiornamenti ordinati per recenti.

Lascia un commento