Linkedin limita i messaggi privati tra i membri dei gruppi.

Aggiornato 12/10/2017.

Linkedin ha imposto un limite mensile per i messaggi privati tra i membri dei gruppi.

Come vedremo, il limite imposto ai messaggi privati va oltre il necessario contrasto allo spam che invade ogni social network. La nuova regola è la diretta conseguenza di un percorso iniziato da quando Linkedin è stata quotata in borsa. Hanno bisogno di utili sempre maggiori per accontentare gli azionisti.

1 – Le nuove regole di Linkedin per i messaggi privati nei gruppi:

  1. Ogni membro di Linkedin avrà massimo 15 messaggi privati al mese nei gruppi.
  2. Il limite vale per il totale dei messaggi privati inviati su tutti i gruppi a cui si è iscritti.
  3. Solo il primo messaggio inviato conta, le risposte, e tutta la discussione con il singolo iscritto, non contano.
  4. Se non vengono utilizzati tutti i messaggi del mese non vengono aggiunti a quelli del mese successivo.
  5. Raggiunto il limite di 15, si riceve un messaggio di errore dopo l’invio del 16 messaggio privato.
  6. Dal 18-12-15, i proprietari e i manager dei gruppi non hanno più il limite dei messaggi privati inviati ai membri dei gruppi che gestiscono. Un risultato ottenuto grazie alle proteste dei proprietari dei gruppi.
  7. Contano anche il messaggio privato a un vostro contatto su Linkedin di primo grado, se il messaggio è inviato tramite un gruppo.
  8. Chi vuole più messaggi privati deve pagare.

Queste sono le cose fondamentali da sapere.

Aspetti positivi:

  • Sicuramente ci sarà una riduzione dello Spam proveniente dai messaggi privati nei gruppi. Però, chi non vuole ricevere i messaggi privati nei gruppi, provenienti da altri membri del gruppo, poteva già eliminarli. Basta aggiornare le impostazioni del gruppo e dire che non si vuole ricevere i messaggi privati degli iscritti al gruppo, è sempre stato così.
  • Forse ci saranno meno persone che si iscriveranno ai gruppi per fare SPAM con messaggi privati con il loro profilo ufficiale.

Aspetti negativi:

  • Ci saranno probabilmente più tentativi di spam con commenti pubblici nei gruppi.
  • Riceveremo più inviti a contenersi su Linkedin, senza un reale motivo o solo per fare spam.
  • Avremo più messaggi banali e personali nei gruppi, che prima passavano tramite messaggio diretto, senza infastidire i partecipanti alla discussione.
  • Riduce i vantaggi per avere un gruppo Linkedin e sarà un po’ più complicato gestire i gruppi.
  • Chi accetta di ricevere i messaggi dei membri di un gruppo, ha fatto una libera scelta che Linkedin non rispetta. Come già detto, si potevano già eliminare i messaggi privati dalle impostazioni del gruppo.
  • Sarà un incentivo a creare ancora più profili falsi per continuare a fare spam.

Se l’obiettivo di Linkedin fosse stato ridurre lo SPAM, c’erano altre soluzioni.

Lo spam su Linkedin arriva soprattutto tramite gli inviti a connettersi, anche se rifiutate di aggiungere la persona ai vostri contatti, il messaggio di SPAM è ormai arrivato. Non ne posso più di gente che mi chiede la connessione per cercare di farmi partecipare a corsi o per promuovere il suo ultimo libro o per vendermi il suo vino.

Chi fa spam non sa usare Linkedin, ci sono stati enormi cambiamenti e opportunità nei social media, che senso ha fare ancora SPAM? Provano a vendermi in questo modo persino corsi su come usare Linkedin professionalmente, se non sanno usarlo loro per primi, come fanno a insegnarlo?

Cosa potrebbe fare Linkedin:

  • Combattere le connessioni a scopo di spam. Invece ti trovi lo stesso invito del finto amico con doppio fine molte volte. Probabilmente a Linkedin conviene che tu abbia tante connessioni.
  • Linkedin potrebbe punire solo chi abusa dei messaggi privati nei gruppi.

2 – Linkedin sta compromettendo il successo dei gruppi?

Per cercare di fare più fatturato e utili, Linkedin sta cercando di spostare il focus degli iscritti sulla home page, sulle pagine aziendali e sulle notizie e i post di Pulse.

Questa riduzione di funzionalità utili nei gruppi non è la prima e non è stata l’ultima, altre funzionalità si sono già perse da tempo, gestire un gruppo è diventato sempre più difficile e faticoso. I gruppi sono diventati persino invisibili dall’esterno. In questo articolo ci sono tutte le novità dei nuovi gruppi.

A presto e non mollate mai, con il nostro aiuto Linkedin potrà riprendere la direzione giusta ;-)

© Riproduzione riservata.
Gli argomenti del blog li trovi a inizio pagina.

Grazie
Enrico Filippucci
Enrico Filippucci.

Lascia un commento