Come funziona Linkedin e come usarlo al meglio, senza farsi usare

Come usare Linkedin

A cosa serve Linkedin?

La risposta breve è che la maggior parte delle persone usa Linkedin per trovare lavoro e cercare nuovi clienti. Se leggerai questo blog capirai che la realtà è più complessa. Comunque, se sei anche tu su Linkedin per trovare lavoro, la prima cosa da fare è aggiornare il profilo personale nel modo migliore. Ci sarebbero tante altre cose da fare ma, purtroppo, molti utenti non conoscono nemmeno le sue funzionalità di base.

Il secondo utilizzo più diffuso di Linkedin è per informarsi e discutere. Le informazioni e le discussioni su Linkedin possono arrivare dai gruppi o direttamente dalla home page. Quindi è importante decidere chi e cosa seguire su Linkedin.

Spesso Linkedin viene usato per migliorare la web reputation facendo content marketing, personal branding ed employer branding.

Tuttavia, Linkedin non è solo lavoro. Infatti, molti vanno su Linkedin per instaurare relazioni non professionali e persino per corteggiare. Inoltre, c’è chi usa Linkedin per i suoi hobby o per divertirsi. Ma non bisogna scandalizzarsi, anche divertirsi e fare ciò che ci piace su Linkedin può essere utile.

Usare bene Linkedin senza farsi manipolare.

I social network sono molto dispersivi e possono creare dipendenze psicologiche, quindi dobbiamo usarli cercando di non farci usare e senza perdere tempo inutilmente.

Di conseguenza, per trarre beneficio dall’uso di Linkedin bisogna evitare di farsi usare o manipolare da Linkedin e da alcuni dei suoi membri. Questo non significa necessariamente che qualcuno faccia qualcosa di male. A volte, gli obiettivi delle persone o delle aziende possono essere in conflitto con i nostri. Infatti, la trasformazione digitale sta cambiando molte cose e ci obbliga a rivedere costantemente i parametri di giudizio e i comportamenti.

Mi chiamo Enrico Filippucci, lavoro nel settore informatico e offro servizi per la trasformazione digitale. Su Linkedin, ho creato il più grande gruppo italiano e questo blog fa parte del più grande network professionale italiano. Leggendo gli articoli qui di seguito, potrai capire molte altre cose su Linkedin e sui social media.

Aziende italiane svantaggiate sui social? L’esempio di Linkedin Publishing

Creazione di contenuti nei social media

Le aziende italiane possono essere penalizzate sui social media? Per rispondere a questa domanda andiamo per gradi, partiamo da un esempio particolare per poi fare un discorso più generale. Indice: Come funzionano Linkedin Publishing e gli influencer ufficiali. Linkedin Publishing è limitato e penalizza i contenuti e gli influencer non anglofoni. … Leggi»»

Restare anonimi nelle visite dei profili Linkedin?

Profilo Linkedin non tracciabile

Molti si chiedono perché alcuni utenti restano anonimi e altri no quando visitano il profilo di altri utenti Linkedin. Soprattutto si domandano chi può essere l’utente anonimo che ha visitato il loro profilo. Le risposte derivano sia dai pro e contro del rimanere anonimi nelle visite dei profili che dalle strategie delle notifiche di Linkedin. Leggi»»

Utilizzo non professionale di Linkedin: Qual è? Come è visto?

Infografica sondaggio: utilizzo non professinale di Linkedin.

In questo post e nel sondaggio analizziamo i contatti tra gli utenti Linkedin non per motivi professionali, in pratica quelli per scopi di amicizia o relazione. Partiremo dal nostro sondaggio sull’utilizzo di Linkedin per fini non lavorativi. Dopo vedremo come la classifica “Altri profili consultati”, presente in quasi tutti i profili, sia diventata un gioco in alcuni casi imbarazzante. Leggi»»